Maddalena Corvaglia sull’aborto di Elisabetta Canalis: i media hanno amplificato il dolore

Maddalena Corvaglia, in un'intervista rilasciata al settimanale Top, ha affrontato il delicato tema dell'aborto spontano vissuto da Elisabetta Canalis qualche settimana fa, criticando il modo nel quale i media avrebbero "amplificato" – a suo dire – il dolore di una donna:

I media hanno amplificato la sofferenza di una donna. Capisco parlare di tradimenti o di cellulite, ma secondo me i giornali dovrebbero avere rispetto per una donna che sta vivendo un momento così difficile. Non dovevano pubblicare subito la notizia.

Analizziamo il fatto, perchè facciamo parte delle galline che hanno fatto l'uovo.

A fine maggio, Alfonso Signorini ha gridato ai quattro venti la gravidanza di Elisabetta Canalis. Le voci si rincorrevano da un po' .. gli amici di Elisabetta avevano già spifferato che l'ex velina aveva smesso di fumare e di fare attività sportive estreme. Pettegolezzi a parte, è chiaro che la copertina di Chi dedicata al lieto evento non ha più lasciato dubbi.

La Canalis dal canto suo non ha mai confermato o smentito, fino all'annuncio tragico dell'aborto spontaneo, due settimane dopo la soffiata di Chi. Elisabetta nella sua confessione, ha confermato di aver taciuto per scaramanzia, nonostante la stampa avesse scoperto tutto da subito.

Ora, Maddalena cara, siamo tutti immensamente colpiti e dispiaciuti, ma dopo un annuncio come quello di Chi, seguito dalla triste rivelazione proprio per mano di Elisabetta Canalis, la stampa avrebbe mai potuto tacere?

Detto questo, totale rispetto per qualcosa che accade a molte-molte donne, la maggior parte delle quali non ha la grande fortuna di ricevere migliaia di messaggi di conforto.

 

 

 

Commenti

Condividi

Scritto da

Violacentrica in persona. Principale redattrice del blog, scrive da ovunque, su chiunque .. alla sola condizione che lo smalto si sia asciugato per bene.